Comparativa tra stampanti e multifunzione laser e inkjet per la stampa di documenti

L’intento di questo post è fare una comparativa tra le due tecnologie più diffuse per la stampa di documenti in ambiente domestico o piccolo ufficio, quella inkjet e quella laser per capire quando conviene optare per una tecnologia e quando per l’altra.

Per lo scopo, verranno confrontati stampanti e multifunzione prendendo in considerazione l’investimento iniziale (per semplicità il costo di listino dell’apparato) e il costo dei consumabili, cartucce e toner, rapportato al numero di copie prodotte.

Per semplicità verrà preso in considerazione solo il costo della cartuccia/toner di colore nero e il numero di copie che secondo la casa produttrice è in grado di produrre (N.B.: il numero di copie è riferito alla cartuccia/toner e quindi varia leggermente anche in base all’apparato in cui viene utilizzato). Verranno confrontati apparati dello stesso marchio, in modo da avere stime di copie prodotte comparabili (si presume che la metodologia del produttore sia simile sia per consumabili di apparati inkjet, che di laser). Non verrà preso in considerazione il consumo energetico.

Sempre per semplicità, non verrà considerata la presenza, nella confezione di vendita degli apparati, di cartucce e toner di setup, che generalmente permettono già un discreto numero di stampe.
In genere le cartucce di setup hanno la stessa quantità di inchiostro delle cartucce disponibili in commercio, ma gran parte di questo viene consumato nell’inizializzazione dell’apparato, per riempire i condotti delle testine, per eseguirne la calibrazione e per effettuare la prima pulizia delle testine.
Anche i toner di setup per gli apparati laser hanno uno scopo simile, ma non sono equivalenti ai consumabili presenti in commercio, in genere hanno meno di 1/3 del colore presente in questi ultimi.

Nella comparativa verranno presi in considerazione due marchi: HP ed Epson. La scelta è ricaduta su questi due poiché, oltre ad essere molto diffusi, hanno in listino una gamma completa, sia sul fronte inkjet che laser. Un’ulteriore motivo, è la differente tecnologia di getto dell’inchiostro, termico per HP (e tutti gli altri produttori, quindi un rappresentante per tutti) e piezoelettrico per Epson.

Verranno confrontati dapprima semplici stampanti, poi multifunzione. Per avere una comparativa realistica, verranno presi in considerazione modelli con caratteristiche simili: possibilità di stampare su supporti nel formato A4 (non più grandi); possibilità di stampare a colori (anche se questo aspetto non è considerato nel confronto, non esistono apparati inkjet monocromatici per quest’uso, quindi anche per quelli laser verrano considerati modelli a colori); possibilità di essere condivisi in rete e connessi tramite wifi; per quanto riguarda i multifunzione, presenza dell’ADF e possibilità di inviare fax.

Verranno presi in considerazione modelli specificatamente progettati per la stampa di documenti nell’ambito dell’home office o piccoli uffici.

In totale verranno fatti quattro confronti: il primo tra una stampante inkjet e una laser HP; il secondo tra una stampante inkjet e una laser Epson; il terzo tra un multifunzione inkjet e uno laser HP; il quarto tra un multifunzione inkjet e uno laser Epson.

Questi sono gli 8 apparati presi in considerazione:

c04339238_390x286

HP Officejet Pro 6230 ePrinter
Prezzo di listino: 79,90€
Costo cartuccia nera (HP 934): 14,99€ (listino)
Numero di stampe ottenibili con cartuccia nera: 400
Costo cartucce a colori (HP 935, 3 separate): 10,99€ (listino, l’una)
Numero di stampe ottenibili con cartucce a colori: 400
Ciclo operativo mensile: 15000 pagine, consigliato fino a 800
Velocità di stampa (qualità standard): b/n 18 ppm, colori 10 ppm
Qualità di stampa migliore: 600×1200 dpi
Consumo energetico in attività: 24W

 

c02933149_390x286

HP LaserJet Pro CP1025nw

Prezzo di listino: 166,99€
Costo toner nero (HP 126A): 57,99€ (listino)
Numero di stampe ottenibili con toner nero: 1200
Costo toner a colori (HP 126A, 3 separati): 62,49€ (listino, l’uno)
Numero di stampe ottenibili con toner a colori: 1000
Ciclo operativo mensile: 15000 pagine, consigliato fino a 850
Velocità di stampa: b/n 16 ppm, colori 4 ppm
Qualità di stampa migliore: 600×600 dpi
Consumo energetico in attività: 295W

 

c02859025_390x286

HP Officejet 6700 Premium e-All-in-One
Prezzo di listino: 151,13€
Costo cartuccia nera (HP 932): 13,93€ (listino)
Numero di stampe ottenibili con cartuccia nera: 400
Costo cartucce a colori (HP 933XL, 3 separate): 12,99€ (listino, l’una)
Numero di stampe ottenibili con cartucce a colori: 825
Ciclo operativo mensile (stampa): 12000 pagine, consigliato fino a 800
Velocità di stampa (qualità standard): b/n 16 ppm, colori 9 ppm
Qualità di stampa migliore: 4800×1200 dpi
Consumo energetico in attività: 43W

Nota: in questo caso non è fornito il prezzo di listino delle cartucce a colori di capacità standard, ma il parametro non viene considerato nel confronto, questo non influirà sulla comparativa.

 

c03773031_390x286

HP Color LaserJet Pro M177fw
Prezzo di listino: 329,14€
Costo toner nero (HP 130A): 54,49€ (listino)
Numero di stampe ottenibili con toner nero: 1300
Costo toner a colori (HP 130A, 3 separati): 61,49€ (listino, l’uno)
Numero di stampe ottenibili con toner a colori: 1000
Ciclo operativo mensile (stampa): 20000 pagine, consigliato fino a 950
Velocità di stampa: b/n 16 ppm, colori 4 ppm
Qualità di stampa migliore: 600×600 dpi
Consumo energetico in attività: 290W

 

wfb2010w-high-res02.png

Epson WorkForce WF-2010W
Prezzo di listino: 91,49€
Costo cartuccia nera (Penna e cruciverba, serie 16): 10,49€ (listino)
Numero di stampe ottenibili con cartuccia nera: 175
Costo cartucce a colori (Penna e cruciverba, serie 16, 3 separate): 8,49€ (listino, l’una)
Numero di stampe ottenibili con cartucce a colori: 165
Ciclo operativo mensile: 3000 pagine
Velocità di stampa (qualità standard): b/n 9 ppm, colori 4,7 ppm
Qualità di stampa migliore: 5760×1440 dpi
Consumo energetico in attività: 24W

 

price-list-c1750w.png

Epson AcuLaser C1750W
Prezzo di listino: 265,96€
Costo toner nero: 49,19€ (listino)
Numero di stampe ottenibili con toner nero: 700
Costo toner a colori: 59,75€ (listino, l’uno)
Numero di stampe ottenibili con toner a colori: 700
Ciclo operativo mensile: 20000 pagine
Velocità di stampa: b/n 15 ppm, colori 12 ppm
Qualità di stampa migliore: 600×600 dpi
Consumo energetico in attività: 340W

 

price-list-wf-2650dwf.png

Epson WorkForce WF-2650DWF
Prezzo di listino: 132,16€
Costo cartuccia nera (Penna e cruciverba, serie 16): 10,49€ (listino)
Numero di stampe ottenibili con cartuccia nera: 175
Costo cartucce a colori (Penna e cruciverba, serie 16, 3 separate): 8,49€ (listino, l’una)
Numero di stampe ottenibili con cartucce a colori: 165
Ciclo operativo mensile (stampa): 3000 pagine
Velocità di stampa (qualità standard): b/n 13 ppm, colori 7,3 ppm
Qualità di stampa migliore: 4800×1200 dpi
Consumo energetico in attività: 12W

 

price-list-cx17wf.png

Epson AcuLaser CX17WF
Prezzo di listino: 468,48€
Costo toner nero: 49,19€ (listino)
Numero di stampe ottenibili con toner nero: 700
Costo toner a colori: 59,75€ (listino, l’uno)
Numero di stampe ottenibili con toner a colori: 700
Ciclo operativo mensile (stampa): 20000 pagine
Velocità di stampa: b/n 15 ppm, colori 13 ppm
Qualità di stampa migliore: 600×600 dpi
Consumo energetico in attività: 350W

 

 

 

Grafici:

Confronto stampanti HP

In questo primo caso sono state confrontate la HP Officejet Pro 6230 ePrinter (inkjet) e la HP LaserJet Pro CP1025nw (laser), la prima ha un costo per copia di circa 4 centesimi, la seconda di circa 5 centesimi.

 

Confronto multifunzione HP

Nel secondo caso sono stati confrontate la HP Officejet 6700 Premium e-All-in-One (inkjet) e la HP Color LaserJet Pro M177fw (laser), la prima ha un costo per copia di circa 3 centesimi, la seconda di circa 4 centesimi.

 

Confronto stampanti Epson

Nel terzo caso sono state confrontate la Epson WorkForce WF-2010W (inkjet) e la Epson AcuLaser C1750W (laser), la prima ha un costo per copia di circa 6 centesimi, la seconda di circa 7 centesimi.

 

Confronto multifunzione Epson

 

Nell’ultimo caso sono state confrontate la Epson WorkForce WF-2650DWF (inkjet) e la Epson AcuLaser CX17WF (laser), la prima ha un costo per copia di circa 6 centesimi, la seconda di circa 7 centesimi.

Conclusioni:

Risultato abbastanza imprevisto, il confronto era iniziato presumendo che nel tempo, il costo di un apparato laser, sarebbe stato ammortizzato grazie al costo inferiore delle copie prodotte, aspetto che non è stato confermato, poichè, sulla carta, anche sotto questo aspetto, gli apparati inkjet fanno meglio.
Come potete vedere, in ambito home office, un apparato inkjet rimane più economico anche nell’uso, con costi per copia più bassi, oltre che nell’investimento iniziale. Quasi tutti gli apparati inkjet destinati a questo utilizzo hanno inoltre cartucce ad alta capacità, che rendono ancora più economica questa tecnologia (c’è da considerare che Epson mette a disposizione anche toner ad alta capacità, che abbassano i costi per copia). Questo senza considerare i consumi energetici, enormemente più alti negli apparati laser, che rendono ancora più svantaggiosa la scelta.

Ovviamente tutta l’analisi si basa su dati approssimativi, forniti dai produttori, che generalmente sono sempre ottimistici. Nell’uso reale i costi per copia delle due tecnologie tendono ad eguagliarsi, se non addirittura migliori in un apparato laser (in un apparato inkjet è da considerare sempre un minimo spreco di inchiostro, consumato durante le pulizie delle testine, che sono molto più frequenti con un uso sporadico), ma visto l’investimento iniziale molto superiore di una laser, questa rimarrà sempre meno vantaggiosa, come spese sostenute.

Un apparato laser torna però vantaggioso quando si tratta di manutenzione. Non ha bisogno di pulizie periodiche degli strumenti di stampa (se non dopo qualche migliaio di stampe) e le componenti tendono ad usurarsi in maniera minore, caratteristica deducibile dai cicli operativi ben più elevati. Inoltre il toner va sostituito molto meno frequentemente (quindi anche meno rifiuti, anche se più ingombranti). Infine il toner, essendo nella forma di polvere, rimane inalterato nel tempo; mentre l’inchiostro liquido, soprattutto quello a pigmenti utilizzato nelle comuni inkjet, tende a seccare, quindi le cartucce hanno anche una vita utile molto minore.

Se vengono presi in considerazione anche i consumabili di setup, presenti nella confezione di vendita, il vantaggio delle inkjet si riduce, poiché parte del costo di un apparato laser, verrà ammortizzato dal maggior numero di stampe che è in grado di produrre nel suo primo ciclo operativo.

È anche interessante notare che, rimanendo su prodotti di fascia media (sempre nell’ambito di utilizzo home office o piccolo ufficio), i prodotti HP sono più economici, sia nell’acquisto, che nel costo per copia (sempre con dati riferiti dai produttori, che possono più o meno discostarsi da quelli nell’uso reale).

A voi le conclusioni su quale tecnologia puntare.