Google Chrome 29 Stabile

Google ha da poco rilasciato Chrome 29 Stabile per Windows, Mac, Linux e Android, l’aggiornamento silenzioso è  già disponibile via browser, oppure dal sito ufficiale.

La nuova versione di Chrome migliora i suggerimenti della Omnibox, basati sulla cronologia dei siti web visitati con relativo tasto per resettare il programma presente tra le opzioni,  il reset del browser che permette di ripristinare il proprio profilo,  simile a Firefox, e WebRTC su Android.

La Omnibox personalizzerà i risultati in base alle visite effettuate di recente, dandone la priorità rispetto ai siti visitati mesi o anni prima. Chi avesse installato Chrome da poco tempo non noterà quindi grandi differenze.

Il reset del profilo Chrome consente di riportare il browser allo stato originale, mantenendo comunque i propri temi, segnalibri e applicazioni.

Reset:

Click sull’icona del menu con tre linee il altro a destra  e scegliere Impostazioni.
Click su “Mostra impostazioni avanzate”, in fondo alla pagina.
Click sul pulsante “Reimposta impostazioni del browser”, sempre in fondo alla pagina.

Dettagli

Sotto il cofano, con le applicazioni pacchettizzate, Chrome introduce diverse nuove funzionalità tra cui  l’accesso ai servizi di Google come Google Analytics, Google API e Google Wallet e migliore integrazione con l’OS  usando servizi come Bluetooth e comunicazione con app nativa,  spiegato da Google nella Beta, ed il pieno supporto per il codec video di prossima generazione, VP9,  per il quale Google può vantare il suo browser come il primo ad utilizzarlo.

Chrome 29 ha risolto 25 bug di sicurezza,  mettendo 6.174 dollari in taglie per i bug in questa versione e inserito altri nove falle di sicurezza rispetto alla release precedente. Già questo è ottimo motivo per aggiornare subito!

 

Chrome for Android

 

Chrome 29 per Android porta 2 importanti caratteristiche della piattaforma web, il supporto per l’ audio API Web e WebRTC.  Queste potenti nuove tecnologie rendono possibile una serie di nuove applicazioni web. Da un lato, editor audio, synth e applicazioni musicali, così come i giochi, ora hanno una API audio a bassa latenza robusta con cui lavorare.

WebRTC consente video standard-based e strumenti di comunicazione audio che permettono di evitare plug-in come  flash o installare qualsiasi applicazione ed  è costituito da tre componenti indipendenti: getUserMedia (consente l’accesso alla webcam dell’utente e microfono), PeerConnection (Imposta le chiamate con la capacità di attraversare NAT e firewall), e DataChannels (stabilisce la comunicazione peer-to-peer di dati tra i browser).

Chrome Releases