elementary OS 0.2 Luna: Guida post installazione

Fasi preliminari

Cliccate sul menù Applicazioni (nella parte sinistra del pannello superiore) e aprite il Gestore Aggiornamenti, cliccate su Impostazioni e nella scheda Altro Software spuntate le caselle Indipendente e Partner di Canonical. Nella scheda Aggiornamenti spuntate invece Aggiornamenti proposti e Aggiornamenti raccomandati (probabilmente la casellina non rimarra spuntata, non preoccupatevi, se andate di nuovo nella scheda Altro Software trovere i repositori aggiunti). Cliccate sul tasto Chiudi.

Sorgenti Software

Ora in Gestore Aggiornamenti cliccate su Verifica e poi su Installa Aggiornamenti, altrimenti date da Terminale (lo trovate tra le applicazioni):

sudo apt-get update && sudo apt-get dist-upgrade

Ora aprite Impostazioni di sistema (SwitchBoard) e cliccate su Supporto lingue, seguite le istruzioni a video per completare l’installazione della lingua italiana (per motivi di spazio sul supporto di installazione e per evitare di rilasciare una marea di ISO localizzate, le lingue differenti dall’inglese sono presenti solo parzialmente, con questa operazione verrà completata la localizzazione scaricando i pacchetti da internet).

Supporto Lingue

Per avere anche tutto il parco software derivato da Gnome localizzato, date da Terminale (è probabile che sia già stato installato con l’operazione precedente):

sudo apt-get install language-pack-gnome-it

Sempre da SwitchBoard recatevi nella scheda Driver aggiuntivi, qui avrete la possibilità di selezionare i driver proprietari, se i driver open source vi danno problemi (autonomia ridotta in caso di notebook, prestazioni basse, ecc.) selezionateli e cliccate su Attiva.

Driver Aggiuntivi

Personalizzate eOS come più vi piace da SwitchBoard. Ad esempio potete attivare gli hotcorner andando nella scheda Scrivania e poi Angoli attivi. Vi consiglio di impostare l’angolo in basso a sinistra su Mostra tutte le Finestre e quello in basso a destra su Mostra tutti gli Spazi di Lavoro. Gli angoli in alto lasciateli stare se non volete attivarli per sbaglio interagendo col pannello. Ravanate tra le varie schede per cambiare il tema di Plank, lo sfondo e tutto quello che volete modificare 😀 Tra poco vedremo come sistemare la barra del titolo (aggiunta del tasto Minimizza) e come personalizzare ulteriormente eOS.

Prima di procedere all’istallazione dei vari pacchetti, procediamo aggiungendo i repository comunitari, dove troveremo la maggior parte del software per eOS, da Terminale date:

sudo apt-add-repository ppa:versable/elementary-update

e poi:

sudo apt-get update

Pagina 1: elementary OS 0.2 Luna: Guida post installazione
Pagina 2: Fasi preliminari
Pagina 3: Installazione software e utility varie
Pagina 4: Software vari
Pagina 5: Aggiornamento del kernel
Pagina 6: Aggiungere il tasto minimizza

4 thoughts on “elementary OS 0.2 Luna: Guida post installazione

  1. Bella guida Cri, mi ispira parecchio OS Luna, siccome lo installerò anche io un giorno o l’altro….

    • Grazie, spero ti sarà utile 😀 Si, davvero carina questa distro, per essere portata avanti da 4 gatti, è davvero ben fatta, la prima che non mi ha dato problemi col rendering delle pagine web e dei caratteri…

  2. Ciao, guida ben fatta e molto utile, grazie!
    Ti avviso però che c’è un errore, per installare il dconf Editor bisogna dare:

    sudo apt-get install dconf-tools

    e non :

    sudo apt-get install dconf-editor

    Ciao!

    • Scusa se ti rispondo solo ora, grazie 😉 Sono contento che ti sia stata utile.
      Per motivi tecnici, non ho più eOS installato, ma ho appena provato su Linux Mint e il comando “sudo apt-get install dconf-editor” non è sbagliato, installa l’editor 😉 Mint ed eOS sono basate su Ubuntu, fanno capo agli stessi repository, quindi…. l’hai provato e non andava? In realtà anche “sudo apt-get install dconf-tool” è corretto, la differenza sta nei pacchetti che verranno installati, il primo installa solo dconf-editor, il secondo anche dconf-cli, che è la versione a riga di comando 😉

Comments are closed.