Google rilascia Chrome 27

Google ha appena reso disponibile la versione 27 del suo browser, per i sistemi Windows, Mac e Linux.  L’aggiornamento è, come sempre, fruibile in automatico, oppure scaricando Chrome dal sito ufficiale.

Novità

Caricamento delle pagine  più veloce del 5%, in media, e secondo Google è dovuto all’introduzione di una pianificazione delle risorse più intelligente, lo scheduler utilizza una connessione inattiva in modo più aggressivo e declassa la priorità delle risorse precaricate, in modo che non interferiscano con le attività critiche.

Il browser, infatti, è adesso più abile nello stabilire quali elementi caricare e quando, prelevando le immagini che sono visibili nella porzione della pagina immediatamente visualizzata all’utente. I download simultanei delle immagini sono adesso limitati a 10.

Chrome migliora anche la logica utilizzata per il precaricamento dei dati: le immagini non necessarie nell’immediato vengono scaricate quando la connessione di rete è più libera e, quindi, nel momento in cui viene registrata una minore occupazione di banda.

Previsioni Omnibox ottimizzate, cioè i suggerimenti che vengono automaticamente forniti dal programma digitando parole chiave ed indirizzi nella barra degli URL, così come è stato migliorato il controllo ortografico.

Aggiunta  nuova API “chrome.syncFileSystem”, la quale  consente agli sviluppatori di realizzare più rapidamente applicazioni capaci di salvare dati sul servizio Google Drive e di avviare attività di sincronizzazione. I file sono memorizzati nella sandbox  e possono essere manipolati con l’HTML5 API File e FileSystem API.

Come nelle precedenti release, Google include anche le solite correzioni di bug, e una nuova versione del V8. Per maggiori dettagli, è possibile controllare l’intero log di revisione SVN .

Ultimo punto, ma non meno importante, Chrome 27 risolve anche 14 buchi di sicurezza, 11 ad elevata criticità, due a medio rischio, ed uno considerato basso.

Con l’aggiornamento alla nuova versione è stata introdotta anche la  ricerca vocale in stile Google Now, posta nella barra di ricerca ed attivandola dandone il consenso, dopo aver cliccato  sul microfono.

2013-05-22_120149

 

Download Google Chrome 27