Windows 8.1: il punto della situazione

Con Windows 8, Microsoft ha rivoluzionato in tutto il suo sistema operativo, oltre alla nuova interfaccia, che lo fa convergere col mondo mobile, la casa di Redmond ha rivoluzionato anche il modo di rilasciare gli aggiornamenti, eliminando i service pack e introducendo una sorta di feature pack.

Il nuovo programma di rilasci

Il tutto ha lo scopo di aggiornare gradualmente il sistema operativo, anche nelle funzionalità, e migliorarlo di aggiornamento in aggiornamento, introducendo anche diverse novità, che col vecchio metodo sarebbero invece arrivate solo con la nuova versione dell’OS.
Il primo aggiornamento di questo nuovo corso, arriverà entro la fine di quest’anno, probabilmente tra agosto e settembre, e fa parte del progetto Blue (col nome in codice Blue, Microsoft individua tutta una serie di aggiornamenti che coinvolgono Windows 8, Windows Phone 8 e la maggior parte dei servizi offerti).

Novità

Con quello che fino a qualche giorno fa veniva chiamato dai più Windows Blue, verranno introdotte tutta una serie di migliorie in Windows 8, scoperte tramite una build trapelata in rete (9364.0.FBL_PARTNER_OUT13.130315-2105_X86FRE_CLIENT_EN-US-IMP_CCSA_DV5.ISO), che ora andremo ad osservare.
Innanzitutto, si è scoperto da poco che quest’aggiornamento si chiamerà (quasi certamente) Windows 8.1; questo potenzierà ancora di più l’interfaccia Modern UI, migliorando notevolmente l’esperienza d’uso su schermi touch (Microsoft ha deciso di puntare tutto su questi a quanto pare).

Start Screen Windows 8.1

Start Screen di Windows 8.1 con opzioni di personalizzazione

In Windows 8.1 è stata introdotta un’ulteriore dimensione per le tile, che così potranno essere rimpicciolite ulteriormente (come in Windows Phone 7.8 e 8); sono state anche ampliate notevolmente le opzioni di personalizzazione dell’interfaccia.

Per diminuire al minimo i passaggi tra Modern UI e desktop, è stato introdotto un nuovo file manager in stile “Metro”, così come sono state ampliate le Impostazioni dell’OS (e non dover quindi passare per il pannello di controllo).
C’è ora una nuova versione di Windows Defender (Windows Microsoft Security Essential per Windows 8) che ha anche un’interfaccia “Metro”.
Sono state introdotte nuove app native, come la calcolatrice, la sveglia e il registratore vocale.
È stato notevolmente migliorato il multitasking nella Modern UI, con Windows 8 è possibile dividere lo schermo solo tra due app, “sacrificandone” una a solo 1/3 dell’area di lavoro; ora è possibile assegnare metà dello schermo ad entrambe le app e addirittura visualizzarne (ed utilizzarne) fino a quattro contemporaneamente.
È stata introdotta una nuova gesture per visualizzare tutte le app installate: swipe dall’alto verso il basso (questa novità lo avvicina a Windows Phone); la stessa geasture, eseguita nel desktop mostrerà un’inedita desktop bar.

In Windows 8.1 è stata introdotta anche la nuovissima versione di Internet Explorer, che arriva così alla 11, oltre un plausibile miglioramento delle performance, grazie anche all’implementazione delle WebGL, ora supporta anche il protocollo Google SPDY. E’ stata inoltre introdotta la sincronizzazione delle schede tra i vari dispositivi, attraverso il Microsoft Account.
SkyDrive è stato implementato nativamente in un numero maggiore di app ed integrato più profondamente nel sistema.
Sotto il cofano troviamo il nuovo kernel, che arriva alla versione 6.3; maggiori performance, maggiore autonomia, soprattutto con i nuovi processori basati su architettura Haswell di Intel (prossimi al debutto) ed un minore consumo di RAM.

Ancora in ambito mobile, è stato introdotto il thetering, per condividere le connessioni 3G/4G sia tramite wi-fi che Bluetooth.

E’ stato introdotto il supporto sia a risoluzioni più basse (per tablet da 7″ circa) che altissime.

Rilascio

Windows 8.1 verrà rilasciato, come già detto, nell’ultimo quadrimestre di quest’anno, presumibilmente gratuitamente agli utenti in possesso di una copia genuina di Windows 8, gli altri lo troveranno preinstallato sui PC, oppure lo potranno acquistare separatamente (così come avveniva fino ad ora con Seven, Eight e predecessori). Si presume che ci sarà almeno un’anteprima pubblica, prossima al rilascio, presumibilmente dopo la conferenza BUILD che si svolgerà tra il 26 e il 28 giugno a San Francisco.