HackAdemy – Piattaforma di eLearning libera

Ogni tanto ritorno :D. Oggi, girando su The Hacker News, mi sono imbattuto in un’intervista fatta da Mohit Kumar a Marius Corici, co-fondatore e CEO di Hack a Server, una piattaforma che permette a tutti gli hacker e aspiranti tali di effettuare test su software e piattaforme realmente esistenti per trovare falle e soluzioni per risolverle, il tutto nel perfetto anonimato e gratuitamente. Ovviamente per accedere alla Playground Arena, dove avvengono le verie e proprie azioni di hacking bisogna superare un test.

L’intervista di oggi non riguarda però Hack a Server, ma una nuova piattaforma creata da Corici, HackAdemy, una piattaforma di eLearning prossima al debutto, dove vige la regola della Conoscenza Aperta.

Locandina HackAdemy

HackAdemy, apertura 10 ottobre 2012

 

Vi riporta in forma integrale l’intervista pubblicata su The Hacker News, tradotta ovviamente, dove si possono trovare la maggiorparte delle informazioni.

Ho parlato con Marius Corici co-fondatore e CEO del progetto “Hack a Server”  circa “Hackademy – eLearning Platform”.
Che cos’è “HackAdemy”?
È una piattaforma di eLearning libera, specializzata in corsi di InfoSec (Sicurezza dell’Informazione ndr.).
HackAdemy è un luogo dove la gente può imparare ed insegnare l’un l’altro di sicurezza online, facendo uso del principio della Conoscenza Aperta.
In HackAdemy tutti i corsi rispetteranno tre criteri: Gratis, Distribuibili liberamente e soltanto Pratici. La sicurezza può essere imparata solo Praticamente.
Perché avete fatto questo?
Ci sono due ragioni principali che mi hanno portato a farlo:
Cercando in Internet ho realizzato che non esiste un prodotto simile; una piattaforma libera di eLearning focalizzata sull’industria della sicurezza. Questo mi ha impressionato e da lì non è stato difficile pensare e implementare una piattaforma di eLearning dedicata all’industria dell’INFOSEC, libera per tutti.
In secondo luogo, Internet si sviluppa più velocemente della capacità del Mondo di fornire amministratori di sistema, così come codificatori/programmatori, ben preparati per quanto riguarda le materie di sicurezza. Tra questi c’è un divario enorme e qualcuno doveva rattopparlo o almeno provarci. Questo è lo scopo di HackAdemy.
Ci sono società specializzate che si prendono cura di questo tipo di formazione, secondo te come prenderanno questo nuovo approccio libero?
Le società di formazione sulla sicurezza fanno un grande lavoro e c’è bisogno di loro.
È assolutamente necessario avere questo genere di certificati (per esempio CPTC, OSCP, CEH, CEPT, CISSP, ecc.) per dimostrare di poter effettuare penetration test ed inoltre, sopra questo, di avere un atteggiamento etico. Ci sono società che sono costrette dalla legge a superare questi penetration test (per esempio enti governativi, le società strategiche, istituzioni finanziarie, ecc.) e queste prove non possono essere fatte senza società certificate nel pentesting (Penetration Testing ndr.).
Supponete di essere una società che provvede alla formazione e certificazione di hacker etici in sicurezza. Come società che offre corsi pagati di formazione, dovete ricevere tanti candidati quanti potete formarne sulla sicurezza. HackAdemy è il posto dove queste società possono cercare candidati.
Dando buoni consigli e lezioni libere, la gente può scegliere di seguire i corsi pagati per poi ottenere certificati in sicurezza riconosciuti a livello mondiale. È tempo di dare quei corsi pratici migliori in un posto ben organizzato ed inoltre in un posto dedicato all’industria dell’InfoSec. Le società possono avere le loro classi in cui presentare i corsi introduttivi e altro, possono dare buoni consigli su come proteggere meglio prodotti differenti (applicazioni web, strutture web, server ecc.). Corsi come “Come fare: proteggere meglio il tuo server di produzione” o “Come fare: configurare un WAF (Web Application Firewall ndr.)” o ancora “Come fare: configurare al meglio il tuo firewall usando le IPtables”.
Dal punto di vista del marketing, questa è una carta vincente. Come società o organizzazione, mostri agli utenti che gli sei vicino, pronto ad aiutarli, insegnare e consigliare. La gente inizierà a parlare di questo e il tutto condurrà a una migliore comunicazione con la gente e i clienti futuri. Il miglior marketing/strategia nelle pubbliche relazioni: Prendi e condividi. La gente ama e apprezza questo.
Come potete vedere, non siamo in competizione, completiamo queste società.
Chi è qualificato per diventare l’insegnante/istruttore per l’HackAdemy ?
Fondamentalmente chiunque può fare una richiesta, ma aspiriamo a quelli che abbiano sperimentato e capito il concetto di Conoscenza Aperta molto bene.
•  Gente che già fa questo ho l’ha fatto nel passato.
•  Hacker etici certificati estremamente esperti che vogliono diventare istruttori/ insegnanti nell’industria dell’InfoSec.
• Società specializzate in corsi di sicurezza e che fornisco certificati di hacking etico possono tenere i corsi introduttivi.
Questi sono quelli a cui stiamo guardando per diventare insegnanti all’HackAdemy.
Che vantaggi si hanno a tenere questi corsi?
Se stanno cercando un lavoro ben pagato come istruttore, HackAdemy non è il posto giusto. Attualmente, non ci saranno soldi. Almeno non all’inizio. Più tardi, potrebbe essere possibile (lavoreremo su questo) attraverso sponsor. Ricordate che il nostro scopo all’HackAdemy è quello di diffondere la conoscenza attraverso la Conoscenza Aperta senza trasformarlo in un business.
Anche se non ci saranno soldi, ci sono altri vantaggi che otterranno come:
Promozione personale: se sono disposti ad insegnare ad altri e sono bravi in questo, significa che avranno classi complete e tutti i loro studenti lo/a seguiranno/a. HackAdemy sarà un trampolino per le loro carriere future come insegnante/istruttore perché tutti i corsi saranno valutati dagli studenti dopo aver avuto luogo.
Visibilità: diventeranno ben noti nell’industria dell’InfoSec e/o miglioreranno la loro visibilità personale se già hanno un nome. Li aiuterà di sicuro, in particolar modo se hanno un blog e/o account sui social network (Twitter, LinkedIn, ecc.).
Questa è l’opportunità per loro di migliorare o dimostrare le loro capacità di istruttori/insegnanti (supponete che stiano iniziando un nuovo lavoro come istruttore/insegnante in una società di formazione).
Chi sono gli studenti di HackAdemy?
• Studenti provenienti dalle facoltà di informatica che sono interessati all’industria dell’InfoSec.
• Gente che ama l’hacking, che vuole scoprire di più e chi sa che inizieranno ad approfondire.
• Amministratori di sistema – per migliorare le loro capacità in sicurezza; entrambe, sicurezza difensiva e offensiva.
•Sviluppatori di applicazioni web – per scoprire come evitare le vulnerabilità in quello che costruiscono.
• Chiunque voglia diventare un hacker etico.
Avete studenti?
Abbiamo già oltre 250 studenti registrati all’HackAdemy  e oltre 1850 utenti registrati su Hack a Server che sono pronti ad iniziare ad apprendere di sicurezza. E non abbiamo ancora iniziato.
Grazie Marius
Mohit Kumar

Per maggiori informazioni vi rimando all’annuncio sul blog di Hack a Server, mentre qui potrete registrarvi alla piattaforma, se interessati.

Come potete vedere, ogni tanto ritorno, non disperate voi due o tre lettori 😀
Per oggi e tutto, alla prossima, magari con qualche nuova news su HackAdemy.